L’olandese Isaac Keesing Jr., specializzato in giornalismo finanziario, pubblicò nel 1911 un sistema di bollettini destinati agli agenti di cambio che ottenevano così informazioni sugli sviluppi economici e politici del momento. Il successo della pubblicazione gli permise di aprire la propria tipografia.

Nel 1930 Keesing, traendo spunto da una rivista in voga in Germania, pubblicò nei Paesi Bassi, con il marchio Denksport, la prima rivista dedicata ai cruciverba, riscuotendo un enorme successo e introducendo non solo una moda, ma anche il concetto di “sport per il cervello”. Dopo il 1945, Keesing ampliò la sua attività ma a partire dagli anni ’90, ceduta la tipografia, si dedicò esclusivamente all’editoria.

Dalla sua creazione fino al 2004, la società fu a conduzione familiare fino ad integrare, nel 2006, il più grande gruppo editoriale dei Paesi Bassi, la TMG.

Keesing Media Group attualmente è un protagonista dell’editoria specializzata in giochi. Con una tiratura di oltre 86 milioni di copie l’anno, Keesing è presente in numerosi paesi europei e oggi anche in Italia con il marchio Megastar.

La gamma delle produzioni Keesing è ampia e pensata per tutte le fasce di pubblico; vanta quasi 500 titoli che vanno dai classici Sudoku e Cruciverba fino ai Logipixel e le riviste da colorare.

Forte del suo passato, Keesing è al passo con i tempi e le nuove tecnologie. Una grande varietà di giochi è a disposizione degli utenti su diversi dispositivi elettronici come tablet e smartphone.

Keesing Media Group ha la sua sede principale ad Amsterdam, ma condivide la sua passione per i giochi con le sedi staccate di Parigi, Naintré, Anversa e Copenaghen.